Homepage Popolari Wonews
Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Seguici sui social
WORLD OPEN NEWS

Pressoché ogni mammifero, dai criceti agli elefanti, vive per 1 miliardo di battiti cardiaci

Pubblicato il 06/12/2017 alle 17:02
Fonte: Gizmodo, Wikipedia inglese
Vi siete mai chiesti quanti battiti cardiaci ha una persona media nel corso della sua vita? E un gatto, un cane, un topo?
La risposta (ovvero: tra 1 e 2 miliardi di battiti) non è di per sé estremamente interessante.
Ciò che è interessante, invece, è che il numero di battiti cardiaci nell’arco della vita è più o meno costante per tutti i mammiferi.
I mammiferi più piccoli, infatti, tendono ad avere un battito cardiaco molto più veloce, e a vivere molto meno. Un criceto ha un battito cardiaco che si aggira sui 400 battiti per minuto, e vive dai due ai tre anni.
Il cuore di un elefante batte circa 30 volte al minuto, e questi animali possono vivere fino a 70 anni.

L’uomo di questo secolo è un’eccezione: con un ritmo di 60-70 battiti al minuto, riesce a superare gli 80 anni. Ma si tratta del “miracolo” della moderna medicina e della tecnologia.

Agli inizi del 1900 il fisiologo Max Rubner elaborò la teoria della velocità di vita, sostenendo che la velocità del metabolismo determina la longevità di una specie.
Oggi alcuni risultati mettono in dubbio che la relazione metabolismo-longevità sia così lineare come pensava Rubner (benché, nel frattempo, gli studi sui radicali liberi sembrassero dargli ragione).

Ricordatevi, però, che vi abbiamo già mostrato come le vongole possano vivere fino a 500 anni, grazie al loro metabolismo lentissimo.

elefante e topo

Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!