Homepage Popolari Wonews
Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Seguici sui social
WORLD OPEN NEWS

Nel 19esimo secolo, gli Americani portavano gli scoiattoli nei parchi di proposito

Pubblicato il 17/03/2016 alle 14:48
Fonte: Gizmodo
Ecco perché i parchi americani sono pieni di scoiattoli. Sono stati messi lì di proposito, per "intrattenere i cittadini".
Lo ha raccontato un professore di storia dell'Università della Pennsylvania, sul Journal of American History: la storia degli scoiattoli americani risale ai primi anni del 19esimo secolo. A quel tempo, gli scoiattoli erano per lo più animali dei boschi, cacciati dai ranger di frontiera.
In città, se vedevi uno scoiattolo, era molto probabilmente domestico.
Nel 1856, uno scoiattolo domestico fuggì a New York, e attirò una folla enorme di curiosi e di giornalisti, che lo definirono "un visitatore inusuale".
Philadelphia aveva intanto rilasciato tre scoiattoli in Franklin Square nel 1847, dandogli cibo e "alloggio". Si riporta che un visitatore avesse detto "chissà come mai gli scoiattoli non sono nei parchi pubblici di tutte le grandi città".
Negli anni seguenti, altre città, come Boston e New Haven, cominciarono a portare gli scoiattoli nei propri parchi.
Alcuni leggi negli anni successivi regolarono la cosa, e gli scoiattoli nei parchi furono ben visti anche dagli animalisti e dai naturalisti, che parlarono di maggiore e positivo contatto tra umani e natura.

scoiattolo e uomo
Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!