Homepage Popolari Wonews
Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Seguici sui social
WORLD OPEN NEWS
Se ti è piaciuto l'articolo seguici su Facebook!
Ti è piaciuto l'articolo? Seguici sui social network e rimani aggiornato sui prossimi, pubblichiamo belle notizie ogni giorno!
Chiudi

La ayahuasca è una sostanza allucinogena la cui esperienza rimane consapevole e ti cambia la vita

Pubblicato il 09/09/2016 alle 13:58
Fonte: Wikipedia e altre
L'ayahuasca è una bevanda psicoattiva dal forte potere allucinogeno, che è diventata molto famosa grazie alla sua capacità di donare un'esperienza unica, a quanto si dice ben diversa da quelle delle altre droghe.
I popoli amazzonici e andini usano da molto tempo il decotto di ayahuasca per entrare in stati di visione, che vivono nelle cerimonie religiose e per scopi rituali.
L'ayahuasca non è un narcotico ed è relativamente poco pericolosa per la salute. Il suo componente principale è la DMT, una sostanza endogena, prodotta nel cervello umano dalla ghiandola pineale ogni notte, durante la fase REM del sonno, dalla nascita fino a 24 ore dopo il decesso.

Ci sono molte testimonianze dell'uso di questo decotto. Si dice che sia uno dei modi migliore per arrivare a conoscere Dio. Molti testimoni riportano di come l'ayahuasca ti fornisca un'esperienza introspettiva di una forza senza paragoni, facendoti rivivere brutti ricordi, in un'esperienza catartica e travolgente che a volte ti cambia la vita, facendoti passare le ansie della vita.

Su Vice, Conor Creighton ha scritto:

"Mi sono addormentato e il giorno successivo mi sono svegliato presto. Mi sentivo benissimo. Da allora, la situazione non è cambiata. Ero una persona ansiosa, non riesco a dormire, sono timido e non so mai decidermi. Ma per ora tutte queste difficoltà sono scomparse. Qualunque cosa sia successo quella notte ha sciolto tutti i miei blocchi."

In Italia la DMT è considerata stupefacente ma in alcuni casi il suo possesso è stato dichiarato lecito.


ayahuasca ayahuasca

Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!